News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

  • 0

    Commenti. Prodi: “Imprese, filiere e atenei uniti per la ricerca d’eccellenza”

    di Paolo Bricco «Il modello americano non è comparabile al modello europeo. Non solo perché la magnitudo finanziaria e il rapporto fra le istituzioni del mercato e della politica sono radicalmente differenti. Ma anche perché le specializzazioni produttive sottostanti sono diverse. Ma, proprio per questo, occorre confrontare questi modelli evidenziandone le analogie e le differenze. E ricordando che, se l’Unione europea non coglie la valenza dell’attuale passaggio storico, il rischio è che divenga insormontabile il divario con gli Stati Uniti e anche con la Cina». Romano Prodi parteciperà lunedì 27 e martedì 28 maggio alla nuova edizione del Premio Giovani Innovatori, organizzato [...]

  • 0

    La rincorsa dell’Italia. Produttività, perché serve più innovazione

    di Nino Lo Bianco Il 7° rapporto sulla produttività dell’Istat è impietoso. Negli ultimi 16 anni l’Italia ha conseguito un +0,4%, mentre Francia, Spagna e Regno Unito il 15 per cento. La Germania un +18,3 per cento. Il dato aggregato si è ridotto in questi ultimi due anni ed è previsto ulteriormente in discesa. Il Governo è irritato, ma non per questo i dati miglioreranno. Il fenomeno è frutto, in buona misura, di un contesto poco sistemico. Infrastrutture carenti, eccesso di burocrazia, frammentazione di ruoli e servizi pubblici, una notevole differenza di occupati ecc. L’evidenza di questi dati richiede azioni [...]

  • 0

    Filiere globali. Il nostro posto nelle catene del valore

    Investire in competenze significa collocarsi nelle fasi produttive a marginalità più elevata di Stefano Manzocchi Appare sempre più chiaro come, a distanza di dieci anni dall’inizio della più grande crisi economica del dopoguerra, la qualità e la tenacia degli esportatori abbiano dato un contributo cruciale per tenere in piedi l’economia e quindi la società italiana. Dopo il crollo del commercio mondiale del 2009, l’export nazionale ha risalito la china sostenendo la dinamica del reddito nella seconda recessione del 2011 e accompagnando la lenta ripresa dei consumi, prima, e degli investimenti privati, poi. Come scrive Paolo Bricco sul Sole del 30 [...]

  • 0

    Imprese globali. Il doppio segnale da industria e giovani

    di Paolo Bricco L’edificio del nostro futuro ha quattro architravi. I giovani e le imprese globali, l’internazionalizzazione e il digitale. È la strada indicata in questi giorni – di discussioni e di accordi, di bilanci e di progetti – a Capri, dove si sta svolgendo il trentaduesimo convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria, e a Bolzano, che ha ospitato la settima edizione del forum fra Confindustria e Bdi, l’associazione degli industriali tedeschi. Mai come in questo passaggio storico, il mutamento del paradigma culturale – oggi l’economia è una miscela di materiale e di immateriale, di globale e di locale, di [...]

  • 0

    La strada tracciata da Confindustria e BDI. Se la politica mette al centro l’industria europea per reagire a Usa e Cina

    di Paolo Bricco L’industria corre veloce. La politica segue. E si ispira correttamente alla prima. La politica industriale non è assistenzialismo. La politica industriale targata Ue – se declinata nella versione comunitaria autorevole e autonoma dai particolarismi nazionali– rappresenta una strategia. Non è una mano cieca che distribuisce soldi ai rottami industriali incapaci di navigare nei mercati internazionali. Esprime – a patto che non sia condizionata dalle pulsioni egemoniche di qualcuno degli Stati membri dell’Unione – una visione strategica e una prassi razionale di misure che servono a conferire solidità e forza innovativa alla base produttiva continentale, così che essa [...]

  • 0

    I progetti di Assolombarda. Industria 4.0 una rivoluzione che non riguarda solo le imprese

    di Mattia Macellari La parola chiave dei prossimi anni sarà Industria 4.0. Industria intelligente, robotizzata, che sfrutta i big data per migliorare la produzione. Un treno da non perdere per rilanciare la manifattura italiana e i sistemi produttivi europei. È una rivoluzione che non riguarda solo le imprese, anche la PA dovrà aggiornarsi per stare al passo con i tempi e snellire i propri processi. Riguarda cittadini, professori e studenti: senza persone competenti, infatti, lo sviluppo tecnologico di un’impresa è monco. Ripensare la propria azienda per adeguarla agli standard della quarta rivoluzione industriale implica quindi sia investimenti in tecnologia sia [...]

  • 0

    Competitività. Se le Pmi esportano più della Gran Bretagna

    I dati Eurostat sull’industria, depurati dei flussi commerciali Confermata la leadership in Europa nel segmento 10-250 addetti di Marco Fortis Tra i tanti luoghi comuni che vanno per la maggiore sulle imprese italiane è che esse siano troppo piccole per competere sui mercati internazionali. In Italia, in effetti, operano oltre 191mila imprese esportatrici e ben 125mila hanno meno di 10 addetti. Inoltre, è indubbio che nel nostro Paese vi è un numero esiguo di grandi gruppi industriali capaci di generare fatturati miliardari, diversamente da quanto avviene in Germania. Tutto ciò, unitamente all’intensificarsi della competizione globale, ha portato molti a concludere [...]

  • 0

    L’Italia e la crescita. Investire in innovazione per irrobustire la fiducia

    di Alberto Quadrio Curzio La Commissione europea nelle sue valutazioni autunnali ha dato un buon giudizio sull’Italia certificando che nel 2015 si è invertito il trend negativo che durava dal 2008. Ne siamo lieti ma capiamo anche le cautele di vari osservatori che sono diventati scettici dopo troppi governi italiani con promesse disattese. Dobbiamo adesso però incominciare a ridurre lo scetticismo evitando anche di peggiorare la nostra immagine negli anni passati penalizzata al di là delle nostre effettive debolezze. È difficile infatti dimenticare che i giudizi esterni (alimentati anche dall’interno) non vedevano la forza della nostra manifattura che nella competizione [...]

© 2013 | 2017 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473