News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

  • 0

    Un fardello che ha smesso di crescere. Perché il debito italiano è sostenibile

    In nome del rigore. L’Italia oggi è uno dei Paesi più disciplinati nel rispettare le regole di finanza pubblica nonostante le norme siano state scritte per un’epoca di crescita di Marco Fortis Nel 1980 il rapporto debito pubblico/Pil dell’Italia era appena al 54%. In soli 14 anni tale rapporto raddoppiò, salendo fino a un massimo del 117,2% nel 1994. È da allora che il debito pubblico costituisce la nostra “palla al piede”, non solo per la mole degli interessi da pagare che ha finito col pesare su ogni generazione successiva, ma anche dal punto di vista dell’immagine internazionale dell’Italia. Dal [...]

  • 0

    Ripresa difficile. L’articolo di Keynes e la domanda che manca

    di Fabrizio Galimberti Quo vadis, economia italiana? Non a farsi crocifiggere di nuovo, speriamo. I dati di ieri e delle ultime settimane sono complessivamente deludenti, e si salva solo il dato sulla disoccupazione, che continua a recedere. Sul mercato del lavoro si china anche il rapporto di ieri dell’Istat sulla «Competitività dei settori produttivi». Proprio queste temperie – negative e positive – inducono a riflettere sulle cause profonde del bene (poco) e del male (tanto) dell’economia italiana. Sull’andamento di un sistema economico incidono le forze inerziali dell’economia da un lato, e le politiche dall’altro. Ora, le uniche politiche di supporto [...]

© 2013 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473