News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

  • 0

    Crescita a rilento. L’innovazione che serve (in tempi brevi) per cavalcare la ripresa

    Paragoni Già nel 1999 il basso costo del greggio, il deprezzamento dell’euro e la riduzione dei tassi di interesse diedero all’Italia opportunità di crescita, che furono sprecate. Per non ripetere quell’errore va riformata la nostra capacità di competere Il ritardo In otto anni il divario di reddito nei confronti della Germania è aumentato ed è ora di 15 punti percentuali. E siamo indietro anche rispetto alla media dell’area euro di Lorenzo Bini Smaghi L’attuale contesto economico internazionale – caratterizzato da un prezzo del petrolio basso, tassi d’interesse quasi azzerati e un cambio euro-dollaro vicino alla parità – rappresenta una opportunità [...]

  • 0

    La lunga crisi. La primavera e i germogli della ripresa

    di Fabrizio Galimberti Come si va stagliando il resto dell’anno per l’economia italiana? Il 2015 è cominciato da poco, ma molta acqua è già passata sotto i ponti: dall’euro (oggi “mini”) al petrolio dimezzato, dalla politica monetaria espansiva della Bce al cammino delle riforme strutturali (che avanzano controvento ma avanzano) le congiunzioni degli astri si stanno componendo in senso favorevole. Siamo ancora lontani dal recuperare i livelli di prima della crisi (come segnalano le elaborazioni che presentiamo alle pagine 8 e 9) ma per la prima volta possiamo dire che i rischi sono verso l’alto e non più verso il [...]

  • 0

    Sfide. Superare l’eccezione italiana seguendo tre piste europee

    Crescita. Dobbiamo reagire muovendoci in diverse direzioni. Sollecitare la domanda interna nelle nazioni che possono permetterselo come la Germania; attivare il piano da 300 miliardi; accelerare la discussione sull’emissione degli eurobond di Moavero Milanesi In Europa, le stime di crescita non vanno bene (come rileva anche la Banca centrale europea) e se guardiamo molte e ricorrenti dichiarazioni politiche, le posizioni dei vari governi nazionali tendono a divergere sulle scelte urgenti in campo economico. Dissonanze che preoccupano, perché uno stallo decisionale a livello di Unione Europea danneggia soprattutto i Paesi, come il nostro, con un’economia ancora sofferente e tante riforme da [...]

  • 0

    I pericoli inediti della deflazione prossima ventura

    di Francesco Daveri Il rischio deflazione incombe sul mondo, in particolare su Europa e Italia. Non è la grande depressione degli anni Trenta, anche per la presenza di valvole di sicurezza sociale. Ma il margine sostenibile di intervento dei governi è molto più risicato, per l’elevato peso della spesa pubblica. LO SCENARIO DEFLAZIONISTICO Il taglio inatteso del tasso di riferimento per i mercati finanziari da parte della Bce all’inizio di novembre ha portato all’attenzione di tutti il problema che incombe sul mondo intero e su Europa e Italia in particolare. Al di là dei distinguo verbali del presidente della Bce Mario Draghi, [...]

  • 0

    BANKITALIA – IL DIRETTORE GENERALE: RISORSE PER L’ECONOMIA, MA NIENTE AVVENTURE ..Credito a chi merita? Non è certo.. Rossi striglia banche (e imprese)

    di Rita Querzé MILANO – «Spero che nell’erogazione del credito si tenga conto del merito, ma non sono sicuro che sia così». A richiamare alle loro responsabilità le banche italiane questa volta non solo le solite associazioni di categoria delle piccole imprese. Ma la stessa Banca d’Italia. Ieri il direttore generale, Salvatore Rossi, a margine di un incontro pubblico al festival della Scienza di Genova, ha sottolineato la necessità che «le banche aumentino la capacità di fare un’intelligente selezione del credito». Nello stesso tempo ha lanciato un richiamo anche al sistema produttivo: «E’ importante che la struttura finanziaria del Paese [...]

© 2013 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473