News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

0

L’eccellenza artigiana dietro il sogno del lusso

Les Journées Particulières il 15 e 16 Giugno

di Laura Cinelli

Le hanno chiamate “Journées particulières”: atelier, cantine, hotels, dimore familiari, boutique storiche si apriranno al pubblico il 15 e 16 giugno per celebrare l’eccellenza artigianale delle Maison del Gruppo LVMH. Si tratta di un evento unico in Francia e in Europa, voluto per mostrare al mondo ciò che c’è dietro la creazione di un abito o di un accessorio. Centomila uomini e donne, orologiai, sarte, dame de table, calzolai, maestri cantinieri, gioiellieri, addetti al remuage, première d’atelier, chef… Mani esperte, altamente specializzate, che lavorano con capacità e creatività e che dalla pelle o dai tessuti allo stato grezzo sono in grado di proporre oggetti d’eccellenza. Per una volta all’anno (siamo alla seconda edizione) saranno loro a rendere il pubblico partecipe di un sogno e a dimostrare quanto sia importante la manualità. Laudomia Pucci, che aprirà in Italia la sua villa di Granaiolo, a Castelfiorentino, ha proprio voluto lanciare un appello ai giovani affinchè riscoprano il “potere” delle mani. Negli anni a venire, sarà infatti questo un modo importante per creare occupazione.

Le due giornate europee potranno mettere a confronto le persone proprio con queste realtà eccellenti, soprattutto del made in Italy. Sì perchè gran parte della produzione delle grandi maison della moda del gruppo LVMH (fra cui Pucci, Fendi, Bulgari) viene fatta in Italia e per il settore pelle e accessori proprio in Toscana, dove esiste una tradizione prestigiosissima.
Visite, dimostrazioni, conferenze o percorsi interattivi permetteranno dunque di condividere, durante un weekend, la passione degli artigiani più specializzati, uniti dallo stesso amore per l’eccellenza. Quest’anno, oltre 40 luoghi esclusivi saranno aperti, gratuitamente in Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Polonia. Per l’Italia apriranno al pubblico le maison di Emilio Pucci (a Granaiolo), Fendi e Bulgari (a Firenze e Roma).

Poi i salotti di Christian Dior in avenue Montaigne a Parigi, la dimora di famiglia di Louis Vuitton e il laboratorio d’Asnières, nonché l’atelier delle scarpe su misura di Berluti. E per la prima volta saranno aperti anche nuovi siti: la sede produttiva di Guerlain a Orphin (Rambouillet), il laboratorio di Vuitton a Marsaz nella provincia della Dróme, la tenuta viticola Numanthia in Spagna, Acqua di Parma in Italia, nonché le Maison di Orologeria Zenith, Tag Heuer e Hublot in Svizzera.

da La Nazione – Il Resto del Carlino – Il Giorno del 6.06.2013

© 2013 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473