News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

0

Italians. I giovani sono i nostri led, non lasciamoli scappare

di Beppe Severgnini

Questa rubrica prende il nome da un forum di Corriere.it, nato nel 1998, quando la banda larga era un pigiama che scendeva sui fianchi. «Italians» non era destinato solo ai connazionali in giro per il mondo. Ma, come spesso càpita, chi dirige non decide. Altri lo fanno al suo posto, e spesso lo fanno meglio. I giovani lettori del Corriere hanno scoperto che, grazie a Internet, potevano ragionare, discutere, litigare, conoscersi e innamorarsi indipendentemente dai fusi orari: da Pechino a Chicago, da Torino a Tel Aviv, da Londra a Lisbona. Ecco perché pretendo che la firma comprenda l’indirizzo mail. Non mi interessano i latrati dei troll. Mi interessano le idee e le persone, e voglio che possano incontrarsi. Il tema dominante, nei primi 10 anni di Italians , è stato la diaspora accademica e professionale. Se ne parlava con eccitazione e curiosità, la preoccupazione era sullo sfondo. La lunga crisi economica e alcuni grami momenti politici hanno cambiato l’umore, nei 5 anni successivi. La gioiosa circolazione dei cervelli stava diventando una fuga amareggiata. Dal 2013 siamo nella terza fase, illustrata da Pietro Romagnoli (piero.romagnoli@fast-webnet.it), esperto navigatore del forum. Ha scritto: «Si parla di fuga di cervelli, ma ormai è un fenomeno marginale. Il guaio è che stanno fuggendo le persone normali. Io conosco più famiglie dove c’è un figlio emigrato che famiglie con tutti i figli in patria (…) Ragazzi normali con lauree normali che si rifiutano di tirare a campare vivendo con mamma e papà a mille euro al mese. Mia figlia, negli Stati Uniti, guadagna il triplo di quel che guadagnava in Italia, e svolge un’attività comparabile». Ecco perché la riforma del lavoro è urgentissima. Occorre ridurre le imposte sul lavoro e sul reddito: non si può pensare di costruirsi un futuro con gli spiccioli che restano. Occorre semplificare al massimo l’apertura di un’attività imprenditoriale. Altrimenti scapperanno sempre più italiani normali. Italiani di domani. E un Paese di anziani, dipendenti pubblici malpagati e immigrati poco qualificati non va lontano. Probabilmente l’avete letto: il Nobel per la fisica, martedì, è andato agli inventori delle luci a Led. Ecco, i nostri ragazzi sono i nostri Led: fonti d’illuminazione che consentono grandi risparmi di energia. Se sono distanti, la luce arriva fioca. Prima lo capiamo, meglio è.

 dal Corriere della Sera del 09.10.2014

© 2013 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473