News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

0

Impresa 4.0, la Toscana fa il punto sulle iniziative intraprese

Il paradigma 4.0 ha trovato una nuova declinazione e anche gli enti pubblici mostrano una sensibilità che va a tutto vantaggio dell’impresa e del mondo del lavoro, bisognoso di essere supportato con iniziative concrete.

di Alessandro Pescari

La Regione Toscana, nel mese di giugno, ha presentato il resoconto sulle attività svolte nel 2017 e al tempo stesso, ha evidenziato le linee guida del Piano delle attività per l’anno 2018, sotto il titolo “Strategia Regionale Impresa 4.0 – Piattaforma Industria 4.0”. Il documento tratta diversi temi in chiave Impresa 4.0: strategia regionale Impresa 4.0 e ruolo della piattaforma, innovazione e trasferimento tecnologico, attrazione degli investimenti, formazione, alta formazione e ricerca, lavoro.

Limitandoci ad analizzare il primo punto (Strategia regionale Impresa 4.0 e il ruolo della piattaforma), emerge subito la volontà di contribuire al processo di cambiamento in atto, mediante azioni concrete che vedano coinvolti i diversi attori (pubblico e privati).

Si legge infatti: “Questo non ha però impedito di elaborare un percorso di lavoro in cui, senza alcuna soluzione di continuità, si sono sostanzialmente riorientate le politiche settoriali regionali assumendo il paradigma di industria 4.0 senza le sovrastrutture retoriche che talvolta hanno accompagnato la prima fase di divulgazione di quella che è chiamata «quarta rivoluzione industriale», individuando con paziente ricerca contenuti innovativi nelle forme e nelle modalità di implementazione e di utilizzazione degli strumenti delle politiche regionali”. Invero “la Regione ha attivato azioni e strumenti al servizio delle imprese e dell’ecosistema dell’innovazione, avendo l’obiettivo di supportare la fase di avvio di una nuova e complessa politica. Il valore aggiunto che ha prodotto l’attività della piattaforma regionale è costituito sicuramente dall’innesto, nelle politiche regionali, dei temi dell’industria 4.0; allo stesso tempo sono stati messi in luce i limiti ancora presenti nei processi di trasferimento tecnologico e per i quali occorre con celerità avviare una riflessione per giungere alla definizione di un ruolo più conforme alle necessità del sistema della produzione e dei servizi”.

Tale piattaforma (http://industria40.regione.toscana.it/), come anticipato, ha quale finalità il trasferimento tecnologico, con l’intento di rafforzare la competitività delle PMI nell’ambito delle catene globali del valore. “Si tratta di una piattaforma basata su un approccio di tipo collaborativo che coinvolge vari attori (università, centri di ricerca, distretti regionali, ecc.) e interagisce con associazioni di categoria, Camere di commercio e altri attori a livello locale, nazionale ed europeo”.

La piattaforma operativa http://cantieri40.it, rappresenta un punto di accesso facilitato per le imprese che vogliono innovare e restare competitive sui mercati. All’interno del portale si trovano diverse sezioni e link di interesse, che permettono all’impresa interessata di reperire utili informazioni, tra le altre, inerenti a:

– un network di circa 280 laboratori pubblici e privati, dei quali oltre 120 che sono in grado di offrire servizi e prodotti specifici in tema di industria 4.0;

– modelli di assessment e autovalutazione, nonchè di audit, per orientarsi in materia e per effettuare delle mappature sul proprio livello di maturità tecnologica e non solo.

Infatti, con l’ausilio di tali modelli, anche mediante survey appositamente dedicate, vi è la possibilità di analizzare il proprio modello di business (es. tipo di produzione, sistema di gestione, competenze, ecc.).

da Ratio Mattino del 11.07.2018

© 2013 | 2017 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473