News

Letture e approfondimenti per imprenditori (e non solo).

0

Cosa serve alle imprese italiane

Alle imprese oltre alla rabbia serve l′orgoglio
di Maria Silvia Sacchi

Francesi, soprattutto. Ma anche gli arabi dalle immense capacità finanziarie. E, poi, coreani, indiani, cinesi? La moda e il lusso italiani sono diventati come un grande supermercato per chi nel mondo voglia approvvigionarsi in creatività (qualità della quale, per fortuna, non difettiamo ancora) comprandosi il know how e un pezzo della storia industriale tricolori. E dopo Pomellato e Richard Ginori, entrati a far parte del gruppo Pinault la settimana scorsa – ultimi di una lunga serie di acquisizioni – si attende di conoscere il destino di un altro grande nome italiano come Versace. Molti sono i rumor, in proposito, sul mercato. Per la notorietà internazionale dei brand, l’impatto della cessione di queste aziende è estremamente forte e dà l’idea di un enorme cartello «vendesi» messo sull’Italia. Siamo un grande Paese manifatturiero dove fare impresa è sempre più difficile, soffocati da tasse, burocrazia e un costo dell’energia che non rendono competitivi e tolgono ogni voglia di darsi da fare. Un Paese, però, che nonostante tutto va, perché imprese e marchi continuano a nascere e anche a crescere, segno che la capacità innovativa degli italiani è più forte del suo sistema-Paese (che non c’è). Ma quasi sempre, poi, ci fermiamo lì, alla mezza taglia, dove la complessità dell’azienda è ancora gestibile dall’imprenditore, dove si può non delegare troppo, dove è possibile continuare a mantenere il presidio della famiglia. Solo pochissimi sono riusciti a sfondare queste barriere diventando «campioni nazionali», ma sono i nomi di sempre, la Luxottica, la Campari, la Mapei… Nel lusso c’è qualche italiano che ha anche abbondante liquidità. La potrebbe usare per mettersi al servizio del Paese. La situazione è pesante, ma occorre anche uno scatto d’orgoglio.

da Corriere della Sera, CorrierEconomia, 29 aprile 2013

© 2013 Studio Ragazzo-Pescari Professionisti Associati - All rights reserved. P.iva 01224480473